NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Perché salvare in OpenEXR i rendering realizzati con B3D

 

Perché salvare in OpenEXR i rendering realizzati con B3DQuesto è un tutorial teorico-pratico sull'utilizzo dei file EXR soprattutto per il Compositing dei rendering realizzati con Blender 3D 2.5.

 

Il formato EXR, sviluppato e reso pubblico dalla Industrial Light and Magic, consente di memorizzare in un unico file più canali immagine (ad esempio le mappe RGB, alpha, ambient, mirror, eccetera) e ad una profondità dati (bit depth) maggiore del solito, ad esempio a 16 o 32 bit per canale, consentendo tra l'altro di memorizzare le immagini HDR, High Dynamic Range.

 

 


B3D-VOL-2 temp 1---280

Le trascrizioni di questo e di altri 119 videotutorial realizzati con le versioni 2.5x di Blender 3D sono disponibili nel PDF "BLENDER 3D tutorials - Volume 2 (versioni 2.5x - no basi, no materials)".

 

Per maggiori informazioni su questo ebook, cliccare qui.

 


 

 

 

 

 

Pagina di Francesco Milanese (redbaron85) su Facebook   Pagina di Francesco Milanese (redbaron85) su Google Plus   Profilo di Francesco Milanese (redbaron85) su LinkedIn   Pagina di Francesco Milanese (redbaron85) su Twitter   Canale Youtube di Francesco Milanese (redbaron85ct)

Vai all'inizio della pagina