NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Tutorial Blender - Impostazioni globali di rendering - 05

 

 

 

 

ATTENZIONE - NOTA IMPORTANTE --- Questo tutorial è stato realizzato con la versione 2.49 di Blender; dal 24 Novembre 2009 è invece disponibile la versione 2.5 di Blender, che introduce importanti novità soprattutto dal punto di vista dell'interfaccia utente, per cui questo articolo verrà lasciato per motivi "storici", ma potrebbero esserci delle differenze tra gli elementi discussi o mostrati e la nuova versione del software.

 

Salve tutti,

questa è la quinta ed ultima puntata della serie di tutorials dedicati alle impostazioni di Rendering in Blender; questa volta, parleremo della scheda Anim del sottopannello Anim-Playback Buttons e -anche se in maniera MOLTO superficiale, una presentazione più che altro- della scheda Render Layers del sottopannello Render Buttons. Apriamo quindi una scena di default ed accediamo al pannello Scena, richiamabile anche con F10, e, quindi, al terzo sottopannello, Anim-Playback Buttons.

Qui abbiamo a disposizione una scheda, Anim.

 

Le impostazioni presenti in questa scheda si riferiscono alle impostazioni del Playback, ossia delle anteprime delle animazioni in Blender, senza Rendering; quelle che, per intenderci, lanciamo premendo Alt-A quando il focus è in una finestra di navigazione 3D.


Come anticipato, premendo Alt-A si ha un'anteprima dell'animazione, anteprima che -di default- eseguirà i frames da 1 a 250. Terminiamo l'anteprima premendo ESC.

Nella scheda Anim, ma questa volta di Render Buttons, come abbiamo visto in una puntata precedente, possiamo impostare lo Start Frame e l'End Frame dell'animazione, ma in questo caso si tratta dell'animazione da renderizzare e memorizzare su disco.

 

Per impostare lo Start Frame e l'End Frame, nonché lo step dei frames, il numero di fotogrammi al secondo e la frames per second base dell'anteprima riprodotta a video con Alt-A, bisogna agire invece sui relativi pulsanti della scheda Anim del sottopannello Anim-Playback Settings, appunto.

Qui abbiamo, oltre ai pulsanti per così dire “noti”, altri tre strumenti:

  • Map Old e Map New sono dei valori numerici che consentono di modificare il modo in cui Blender, internamente, calcola il tempo, e quindi possono essere utilizzati per rallentare o accelerare l'INTERA animazione; tuttavia, si consiglia -per evitare effetti indesiderati o semplicemente di fare confusione- di non modificarne i valori di default.

  • Sync, un pulsante di tipo on/off, consente di abilitare l'audio in real-time, perche -sì- in Blender è possibile ANCHE aggiungere canali audio, visto che Blender mette a disposizione strumenti di compositing e sequencing per creare dei video... comunque: Sync abilita l'audio, da riprodurre -se presente, ovviamente- insieme all'animazione in fase di playback, di anteprima, per controllare che la sincronizzazione sia corretta prima di effettuare il rendering vero e proprio.

 

Passiamo ora al sottopannello Render Buttons ed individuiamo, al suo interno, la scheda Render Layers, i cui strumenti ci consentono di creare, come suggerisce il nome, dei LIVELLI di Rendering, simili ai livelli della scena 3D.

 

 

Gli strumenti di Render Layers servono, in linea di principio, ad ISOLARE delle componenti o delle caratteristiche prima di effettuare il rendering; ad esempio, se si ha la necessità di fare più rendering di prova, modificando più e più volte qualcosa per provare i vari risultati; si può scegliere quindi di disattivare alcuni aspetti, in modo da ridurre il tempo di rendering, oppure si può scegliere proprio di renderizzare SOLO certe voci, per qualche esigenza specifica, e così via.

 

Nella scheda, il primo gruppo di pulsanti è del tutto identico alla pulsantiera dei livelli della scena presente in ogni finestra di navigazione 3D, e svolge le stesse funzioni di tali pulsantiere.

Sotto, possiamo definire, attivandoli o meno mediante il pulsante col segno di spunta, i famosi livelli di rendering, i Render Layers appunto; di default, ne abbiamo solo uno, ma possiamo facilmente aggiungerne altri cliccando sul pulsante con le frecce e selezionando, dal menù che apparirà, la voce Add New.

Tutti gli altri pulsanti posti sotto questa riga si riferiscono al Render Layer selezionato.

 

Una volta scelto un render-layer, possiamo selezionare i layer della SCENA da includere, e quindi da utilizzare, per il render-layer corrente, e questo va fatto selezionando i relativi pulsanti nella seconda pulsantiera della scheda, quella posta al centro.

Le altre voci dei pulsanti on/off, come Halo, Sky eccetera, hanno significati perlopiù ovvi: abilitano e disattivano fasi della pipeline di rendering per il RenderLayer corrente.

 

Questa è, purtroppo, solo una presentazione MOLTO superficiale di questa scheda, in quanto non possiamo trattare Render Layers in maniera completa, perchè per ottenere effetti interessanti per il rendering bisogna spostarsi nel campo del Compositing, ove si può far uso proprio dei Nodes, i nodi, ma questo -come anticipato nella puntata precedente- è proprio un altro regno, al quale bisognerà dedicare una trattazione a parte.

 

Proprio per via della peculiarità del lavoro svolto dagli strumenti di Render Layers, spesso NON c'è bisogno di modificarne le impostazioni per rendering di immagini o di animazioni, anche complesse, per cui non dovete preoccuparvi se questa trattazione è molto superficiale.

 

 
Vai all'inizio della pagina