NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Capitolo 03: Creare una MIDlet: nuovo progetto, impostazioni, ciclo di vita.

 

Avviamo il Wireless Toolkit con un doppio click sull'icona "KToolbar", insieme ad un editor di testo o un IDE a nostra scelta.

 

Per prima cosa, quando vogliamo iniziare a scrivere un nuovo applicativo MIDlet, dobbiamo creare un nuovo progetto mediante il WTK: nella finestra dell'applicazione, clicchiamo su "New Project".

Il programma ci chiederà di inserire il nome del nostro progetto (es.: "Hello World") e il nome che vogliamo dare al file della classe principale della nostra applicazione (es.: "HelloWorldMain").

Inseriti i parametri, clicchiamo su OK: si aprirà una nuova schermata, ove ci verrà richiesto di specificare varie impostazioni per il nostro progetto; non dobbiamo esaminare necessariamente tutte le schede, cosa che potremo fare comunque in seguito (dalla barra del menù: Project --> Settings): per il momento, limitiamoci alle voci di "API Selection" e di "Required".

 

 

In "API Selection" scegliamo, dal menù combo "Target Platform", la voce "Custom", dopodichè selezioniamo il profilo MIDP 2.0 e la configurazione CLDC 1.1.

Non abbiamo bisogno d'altro, per ora, per cui possiamo passare alla scheda successiva.

 

 

In "Required", andranno inserite delle informazioni obbligatorie riguardanti il programma, che verranno poi inserite nel file JAD.

Il campo Size verrà modificato automaticamente dal WTK, per cui non dobbiamo preoccuparci di aggiornarlo manualmente.

L'URL indica l'indirizzo web dal quale scaricare la MIDlet, se disponibile; per la distribuzione con altri mezzi (Bluetooth, cavi, infrarossi, ...), scrivete semplicemente il nome del file JAR (default).

Nei campi name, vendor e version dovrete inserire il nome dell'applicazione, il nome o sigla dello sviluppatore e la versione del prodotto.

I campi Configuration e Profile rispecchiano i valori inseriti per tali voci nella scheda "API Selection".

Clicchiamo su OK, in basso a destra nella scheda.

 

Il progetto (cartella principale, col nome del progetto, e sottocartelle) è stato creato e presto potremo scrivere il codice sorgente; prima di continuare, però, bisogna sapere che le MIDlet hanno un loro 'ciclo di vita', un pò come le Applet: vengono create, avviate, possono essere messe in pausa, e distrutte.

La classe principale della MIDlet, il cui nome abbiamo specificato esplicitamente in fase di creazione del progetto, dovrà quindi contenere i seguenti metodi (tutti void):

  • startApp(); --- chiamato dall'ambiente di esecuzione per avviare la MIDlet;
  • destroyApp(boolean arg0); --- chiamato dall'ambiente all'uscita dall'applicazione;
  • pauseApp(); --- chiamato quando, per un qualsiasi motivo (es.: telefonata in arrivo), l'applicazione deve essere messa in pausa.

Per terminare, mettere in pausa o far ripartire (da una pausa) la MIDlet, invece, possono essere utilizzati i seguenti metodi:

  • notifyDestroyed(); --- per terminare la MIDlet;
  • notifyPaused(); --- per mettere in pausa la MIDlet;
  • resumeRequest(); --- per riattivare (da una pausa) la MIDlet;

che dialogano direttamente con l'ambiente di esecuzione del programma.

 

Nel prossimo capitolo scriveremo finalmente un pò di codice, compileremo la nostra MIDlet "Hello World" e vedremo cosa bisogna fare per distribuirla.

 

 
Vai all'inizio della pagina