NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Capitolo 16: Il Simple Universe.

 

Ricapitolando: quando vogliamo creare un universo 3D ex novo dobbiamo istanziare un Virtual Universe, uno o più oggetti Locale, un View Branch Graph (con tutti gli oggetti, le proprietà ed i metodi collegati), un Content Branch Graph e tutti gli elementi che compongono la scena 3D...

...troppo complicato ?!?

In effetti sì, ed è per questo che Java 3D mette a disposizione una utility, una classe chiamata SimpleUniverse, che può fare la maggior parte del lavoro per noi, occupandosi di Virtual Universe, Locale e View Branch Graph, lasciandoci liberi di operare sul Content Branch Graph.

 

 

Il risparmio, in termini di tempo e di codice, è evidente se si confrontano i passi necessari per creare una scena 3D da zero e con l'ausilio del SimpleUniverse; da zero, infatti, dovremmo:

  • creare una Canvas3D ed un Virtual Universe, e collegarli tra di loro;

  • creare un Locale e collegarlo al Virtual Universe;

  • costruire un View Branch Graph, collegandogli gli oggetti View, View-Platform, PhysicalBody, PhysicalEnvironment ed impostandone i parametri;

  • costruire uno o più Content Branch Graph;

  • compilare tutti i Branch Graph;

  • collegare i Content Branch Graph al Locale;

mentre, con l'aiuto di SimpleUniverse, sarà sufficiente:

  • creare una Canvas3D ed un SimpleUniverse, e collegarli tra di loro;

  • (OPZIONALE) personalizzare il SimpleUniverse;

  • costruire uno o più Content Branch Graph;

  • compilare tutti i Branch Graph;

  • collegare i Content Branch Graph al Locale del SimpleUniverse (già presente, in quanto creato implicitamente dal SimpleUniverse).

 

 

Java 3D Simple Universe

 

 

Tranne qualche eccezione, gli esempi che verranno presentati nel corso di questa guida faranno uso di SimpleUniverse.

 

 
Vai all'inizio della pagina